Sybell

COM’E’ ANDATA LA PRIMA SERATA DI REIKI + LETTURA DI POESIE

Sono stati giorni difficili, per diversi motivi. Non si può stare sempre in cima alla montagna, no? Qualche volta si cade… E come mi disse qualcuno, quanto più vai in alto, tanto più ti farai male quando cadrai. E’ però anche vero che si conosce già la strada per risalire, avendola percorsa tante volte. La serata di ieri, per quanto fossi una degli “operatori”, è stata per me estremamente curativa.

Per chi non lo sapesse, questo era l’evento: Ben-Essere IN VERSI

E’ il primo di una serie di eventi dedicati al benessere e al riequilibrio psicofisico, in cui io e mio fratello Alessandro uniamo i nostri talenti per dar modo alle persone di fare un “viaggio” curativo. Sono contentissima di aver finalmente avuto l’occasione di fare qualcosa con il mio fratellone! Abbiamo fatto due percorsi molto diversi: lui bioteconologo, io musicista; lui operatore reiki, io poetessa (ci provo, almeno); scienza ed emozione; maschile e femminile. In realtà, è tutto un intreccio d’interessi, anche perché a me ha sempre affascinato la scienza, tanto quanto a lui hanno sempre affascinato gli “altri mondi emozionali”. Diversi sì, ma sempre paralleli: entrambi crediamo nel fatto di poter sviluppare la propria persona, curare le proprie ferite, cercare di diventare davvero Umani.

Non voglio descrivere nei dettagli cos’abbiamo fatto, perché ritengo sia un’esperienza da vivere, più che da raccontare. In sunto, è stato fatto un trattamento reiki su ciascun partecipante (potete leggere in cosa consiste nella descrizione dell’evento), unendolo alla lettura di alcune mie poesie… Non una lettura classica, ma funzionale all’effetto che volevamo ottenere: rilassamento e cura, in questo caso agendo sul primo chakra. E’ stata per me un’esperienza magnifica… E i partecipanti sono rimasti contentissimi, la cosa più importante! Alcuni di loro mi hanno detto questo: il fatto che fosse un’esperienza “multidimensionale” li ha portati a “viaggiare” nei loro mondi emozionali molto più liberamente. Le poesie hanno costituito un flusso continuo, a volte conscio, a volte no, in cui potevano perdersi, in cui la mente finalmente lasciava il controllo… Questo ha permesso loro di ricevere il trattamento in uno stato di pieno rilassamento. Che dire… Una bellissima prima esperienza. La prossima serata (sempre con partecipazione su prenotazione) sarà il 16 febbraio, di nuovo presso “Il magico mondo di Saetta“: sarà una replica della serata che è stata fatta ieri, in modo da poter far conoscere ad altri nuovi amici questa esperienza. Vi aspettiamo!

Qui tutte le info!

Sybell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su