Sybell

RIFLESSIONI SULLA SITUAZIONE ATTUALE

Lapalissiano che il mini tour al sud sia stato annullato. Ci tengo ad aggiungere due parole sulla situazione attuale: la realtà che siamo a chiamati a vivere, nel qui ed ora, ci chiede d’essere presenti e attenti. Ci sono ombre, distorsioni, manipolazioni, illogicità. Una cortina nera, fumosa e velenosa.

Prendiamo consapevolezza di questo, ognuno coi suoi mezzi. E soprattutto, prendiamoci la responsabilità di come ci sentiamo e di cosa vorremmo per noi, in questo momento. Virtualizzare il disagio sui social è insufficiente. Bisogna informarsi, ricercare, prendersi cura di ciò che sta a cuore e soprattutto agire, nel concreto e attivamente. Sta ad ognuno di noi riflettere e capire come farlo, com’è giusto per noi. Smettiamola di demandare all’esterno questa responsabilità.

Stiamo attenti alle parole che vengono usate, alle soluzioni semplificanti, agli slogan, alle suddivisioni nette e manichee. Non dividiamoci in categorie. La realtà è più complessa di un nome e soprattutto va esplorata e vissuta, in prima persona e assieme. Nei miei testi parlo di spiritualità e ritengo che quest’aspetto sia un tutt’uno con la materia. Questo momento ci mette di fronte ancora più di prima alla responsabilità che abbiamo di vivere con piena consapevolezza. E come dice Marshall Rosenberg in “Le parole sono finestre (oppure muri)”, se ci prendiamo la responsabilità delle nostre parole, delle nostre emozioni e dei nostri pensieri, creiamo un mondo di possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su