Sybell

RIFLESSIONI AUTUNNALI

Fotografia di Deborah Brugnera

Rifletto ad alta voce nel nero dell’inchiostro digitale. Scrivere, per me, è anche un modo per fare ordine nell’entropia emozionale. Come un armadio strapieno, che ogni tanto urla ed esplode e riempie la stanza di colori, tessuti e cose. Se riordino potrò avere l’illusione di capirne qualcosa, di questa vita che scorre e s’intreccia a mille altre.

Si sta per concludere una prima fase, importante, di presentazioni de “La pelle che navigo”, grazie alle quali ho visto posti nuovi, conosciuto mondi e sorrisi, condiviso voli pindarici tra filosofia e bicchieri di vino. Di queste presentazioni, i momenti che ho amato di più sono stati proprio il prima e il dopo, il contatto con le persone. Sono contenta che quella ragazza timidissima, che qualche anno fa non pensava nemmeno lontanamente di pubblicare una singola poesia, abbia deciso di cambiare idea e darsi un’opportunità.

Sono grata per la presenza e il supporto di ogni persona che, in un qualche modo, ne è stata parte, dentro e fuori dal libro. Siete importanti. Mi sento grata anche per le opportunità ricevute quest’autunno, che sembra proiettare ombre di germogli e arbusti, in arrivo la prossima primavera ed estate. Notizie ed idee che voglio covare amorevolmente in queste prossime settimane e che lascerò maturare.

L’armadio in questi giorni è decisamente esploso, sovraccarico di emozioni e idee, ed è tempo di fare un po’ di ordine. Scrivere. Arrangiare e comporre. Stare in quel laboratorio emozionale pieno di ampolle e colori eccentrici, che ormai da anni abito con lo spirito di un alchimista molto cocciuto e probabilmente un po’ sognatore.

“È tempo
di poggiare i piedi
su un suolo antico
dai ricordi spessi.

È tempo
di stringersi, inermi
giocare coi capelli
parlare col vento.

È tempo
di sentire un cuore
che batte e che funziona
e gioire del fuoco.

È tempo
di essere vivi
fuori controllo
come cani pazzi
a una festa di caccia.”

(da “La pelle che navigo”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su