Sybell

LA NOTTE DELL’ANIMA: UNA PREGHIERA PER SAMHAIN

Tu che partorisci e spogli
gli ultimi frutti dell’Autunno
portami al Nero dell’Anima.
Portami la Notte
e la Morte di ogni risposta.
Portami il Silenzio,
portami il Vuoto.
Fammi danzare nuda
nella nera bocca del Cosmo
per ricordarmi
che Io non ho Nulla.

Cancella ogni aggettivo
ogni credenza.
Chiama gli Antenati
perché loro sanno.

Con lo sguardo dello Scorpione
insegnami ad amare
la Notte dell’Anima.

Perché è quello spazio infinito
tra Vita e Morte
che copula
che crea rumore
che genera Spirito.

Insegnami ancora
Oscura Signora
che per Vivere
devo prima Morire.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su