POESIA PER L’EQUINOZIO: LA GIOIA SELVAGGIA

C’è un canto
tatuato sulle mie labbra:
sono i baci
le risate
i rumori maldestri
le zanne gioiose
le gioie liquide.

Mi svesto.

Così la mia pelle ruba
– con foga selvaggia –
ogni singolo pigmento
di tutti i colori del mondo.

Facebook Comments